Batterie agli ioni di litio: tutti i vantaggi

Le batterie oggi sono il cuore pulsante dei carrelli elevatori: senza di loro, non c’è movimentazione o spostamento che tenga. Nel dettaglio, le batterie che alimentano i carrelli elevatori possono essere di varie tipologie: piombo-acido, piombo-GEL, piombo puro, etc. Certamente le più comuni sono le già citate batterie al piombo-acido, ma oggi vi è una crescente attenzione anche per le batterie agli ioni di litio, una tecnologia innovativa da tempo già impiegata in altri settori e che attualmente si sta diffondendo sempre di più anche nel mondo del material handling, per effetto dei suoi numerosi vantaggi.

L’introduzione delle batterie agli ioni di litio nei carrelli elevatori elettrici, ma anche nelle piattaforme di sollevamento e nelle macchine per la pulizia industriale, ha portato infatti notevoli cambiamenti nei cicli di lavoro, manutenzione, ricarica, nonché nelle emissioni prodotte. Scopriamo insieme le differenze tra queste due tecnologie e perché la seconda viene considerata un’alternativa sempre più vantaggiosa.

Ricarica più veloce e maggiore produttività

Le classiche batterie al piombo-acido per carrelli elevatori presentano alcuni limiti: la loro ricarica deve essere completa e può durare diverse ore, rendendo purtroppo inutilizzabile il carrello elevatore per altrettanto tempo. Le cariche parziali e intermedie che andrebbero, dunque, a danneggiare le batterie tradizionali, sono invece possibili per le batterie agli ioni di litio che vengono sottoposte a cicli di ricarica più frequenti e più brevi, senza subire alcun danno. Non solo, proprio grazie alle possibilità di ricariche occasionali e rapide, non è più necessario il laborioso processo di cambio delle batterie. I punti di ricarica possono essere previsti inoltre in prossimità dell’area di lavoro e non c’è più necessità di disporre di appositi locali di ricarica dotati di sistemi di ventilazione. Questo si traduce in una maggiore sicurezza nelle operazioni di carica, nonché in una maggiore performance data la disponibilità continua del carrello elevatore. Grazie alle eccellenti capacità di carica (si stima che una batteria al litio possa ricaricarsi al 50% in circa 30 minuti), i carrelli sono infatti sempre pronti all’uso e le batterie agli ioni di litio sono le più adatte per lavori su più turni.

Efficienza energetica e ciclo di vita più lungo

Le batterie agli ioni di litio offrono prestazioni elevate e costanti nel tempo: se da un lato hanno una vita operativa tre volte più duratura rispetto alle batterie tradizionali, possono infatti arrivare a più di 3000 cicli di ricarica completa senza perdita di capacità, dall’altro sono particolarmente efficienti e, nello stesso spazio delle batterie al piombo-acido, concentrano una maggiore energia. Non solo, hanno pochissima dispersione di energia (il 5% al mese al contrario del 30% di quelle al piombo-acido) e permettono quindi anche un risparmio significativo sui costi energetici.

Assenza di manutenzione

Le batterie al piombo-acido necessitano di manutenzione continua, principalmente a causa dell’evaporazione dell’acqua presente al loro interno che deve essere spesso rabboccata. Al contrario, le batterie agli ioni di litio, essendo batterie chiuse e sigilliate, non richiedono nessun tipo di manutenzione o riempimento.

Ridotto impatto ambientale

I vantaggi non sono finiti: in questa tipologia di batterie, insieme ai costi relativi alla manutenzione, si azzerano anche le emissioni. Al contrario delle batterie tradizionali, che devono essere ricaricate in appositi luoghi per via di emissioni potenzialmente dannose per l’uomo e per l’ambiente, le batterie al litio non producono emissioni e quindi possono essere ricaricate in sicurezza ovunque, senza la necessità di postazioni dedicate in azienda. E ancora, ricordiamo che le batterie agli ioni di litio sono più sostenibili anche perché durano più a lungo delle batterie al piombo-acido e richiedono, allo stesso tempo, una minore frequenza di ricarica: in questo modo consumano meno energia, ma garantiscono la stessa produttività totale. Il sistema di produzione di queste batterie genera inoltre meno sostanze inquinanti rispetto alla produzione di batterie tradizionali.