Per Vilogic +16% gli ordini nel 2019

In un mercato nel quale diverse situazioni di incertezza suggeriscono alle aziende una generale prudenza negli investimenti, Vilogic ha chiuso il 2019 con una crescita del 16% degli ordini rispetto all’anno precedente, anche se in termini di fatturato l’incremento è stato più contenuto (+4%), sfiorando i 5 milioni di euro. «Ma è il mercato ad essere cambiato nel giro di 12 mesi - analizza Ivano Colombara, Amministratore Delegato di Vilogic -: lo scorso anno le aziende avevano maggiori risorse o comunque maggiore volontà di affrontare investimenti anche importanti, mentre nell’ultimo anno si è lavorato soprattutto sull’aggiornamento delle tecnologie e su progetti comunque importanti per migliorare l’efficienza della logistica in azienda, ma con valori economici mediamente più limitati». Così, la crescita maggiore è arrivata dal noleggio (+10%) e dal service (+11%), ma anche le scaffalature hanno fatto segnare un risultato positivo.

Quello da poco concluso, dunque, per Vilogic è stato soprattutto un anno di consolidamento: «E non potrebbe essere diversamente - prosegue Colombara - dopo anni di forte crescita e una serie di novità importanti introdotte in poco tempo: dalla nuova sede al cambio di denominazione, oltre ad una serie di nuove partnership commerciali».

Proprio il passaggio da Rasotto Carrelli Elevatori a Vilogic è stata la grande novità introdotta alla fine del 2019: un cambio di denominazione che è avvenuto in perfetta continuità. Non vi è stato infatti alcun cambiamento nella proprietà, che rimane così nell’orbita di Rasotto Group. Allo stesso tempo, si tratta di un passaggio importante, perché segna una nuova fase nella storia ultra ventennale dell’azienda: «Nel corso degli anni - spiega Colombara - la realtà che era conosciuta come Rasotto Carrelli Elevatori si è evoluta, ampliando sempre di più le proprie competenze e l’offerta commerciale. Così, accanto alla vendita, noleggio e assistenza dei carrelli elevatori Toyota e Cesab in qualità di concessionari ufficiali, oggi proponiamo un’ampia gamma di soluzioni per tutte le esigenze della logistica in azienda, con un approccio di tipo consulenziale che ci porta innanzi tutto ad analizzare le esigenze del cliente. Tutto questo ci ha consentito di crescere costantemente sul mercato (+44% il fatturato negli ultimi tre anni) e ci ha spinto a presentarci con una nuova identità, meglio corrispondente alla nostra attuale realtà aziendale: gli specialisti delle soluzioni intralogistiche per le aziende vicentine».
Il cambio di denominazione nasce quindi per sottolineare con più forza le competenze e il core business dell’azienda, e non solo all’esterno: «Non è stata una scelta casuale, né improvvisata: la nuova denominazione è il frutto di un percorso di analisi durato oltre un anno, durante il quale abbiamo potuto focalizzare e formalizzare meglio i nostri servizi alla clientela e soprattutto quelli che sono il valore aggiunto che possiamo portare e i nostri elementi distintivi rispetto ai competitors».