Batterie carrelli elevatori: verifica gratuita dopo un lungo fermo macchina

Finalmente molte aziende possono tornare a essere operative, seppure con tutta una serie di precauzioni. Tra gli accorgimenti che è importante adottare in questa fase, alcuni sono anche di tipo tecnico: dopo un fermo macchina prolungato, infatti, alcune componenti devono essere oggetto di specifici controlli. È il caso ad esempio delle batterie dei carrelli elevatori, per le quali è importante effettuare una verifica della tensione, della densità di ciascun elemento ed una pulizia generale, anche mediante l’aspirazione dell’acido dal cassone. Questi interventi di manutenzione alle batterie dei carrelli elevatori sono infatti necessari al fine di verificare lo stato di efficienza di ogni unità, scongiurando consumi di energia anomali e soprattutto rotture, con conseguenti fermi del mezzo proprio quando finalmente l’azienda può tornare all’operatività. A questo riguardo, proprio in considerazione dello stop prolungato registrato in molte aziende, Vilogic propone una verifica gratuita delle batterie dei carrelli elevatori, che comprende un controllo visivo dello stato generale, delle connessioni e dell’efficienza dei tappi, la verifica della densità dell’elettrolito e della tensione di ciascun elemento. Volendo, sarà inoltre possibile effettuare con una tariffa forfettaria - a partire da 35 euro e a seconda della tipologia di batteria - una manutenzione approfondita comprendente anche l’aspirazione dell’acido dal cassone e la pulizia degli elementi. Ma vediamo ora perché è importante procedere con una manutenzione preventiva delle batterie trazione con elementi piombo-acido.

Batterie per carrelli elevatori: tensione e densità dell’elettrolito da controllare

Nelle batterie trazione con elementi piombo-acido, uno stop prolungato del loro utilizzo può portare ad una diminuzione della tensione, così come del livello di densità dell’elettrolito. In particolare, la carica andrà fatta prima che la tensione sia scesa sotto 1,7 Volt e che la densità dell’elettrolito sia sotto 1,140 kg/l (ad una temperatura di 30° C).

Ricarica delle batterie trazione a piombo-acido

La ricarica delle batterie trazione a piombo-acido deve avvenire in un locale areato e lontano da eventuali fiamme libere, con una temperatura ambientale non superiore ai 40° C.
Prima di procedere, verifichiamo le condizioni della batteria su cui dobbiamo intervenire: i poli devono essere ben serrati o saldati, senza incrostazioni, e anche i cablaggi devono essere ben isolati. Durante l’operazione di ricarica vera e propria, poi, attenzione a non surriscaldare la batteria: la sua temperatura non deve mai superare i 45° C; per evitarlo se necessario è possibile agire diminuendo il valore della corrente di carica. Al termine della ricarica la densità dell’elettrolito nella batteria dovrebbe essere tra 1,280 e 1,290 kg/l, mentre la tensione dovrebbe attestarsi su 2,7 Volt.

Come rabboccare una batteria piombo-acido

Una volta completata la ricarica (mai prima!) è possibile procedere anche con il rabbocco dell’acqua, utilizzando acqua demineralizzata o distillata: il livello ottimale è di 5÷7 mm sopra il bordo delle placche degli elementi. Se inferiore, andrà ripristinato fino a questo limite, ma non oltre: troppa acqua potrebbe infatti portare alla fuoriuscita dell’elettrolito durante il funzionamento della batteria, creando un fenomeno di corrosione del cassone e compromettendo l’isolamento stesso della batteria.

Pulizia della batteria per carrelli elevatori

Proprio al fine di prevenire eventuali perdite di efficienza o di isolamento, è importante anche verificare e mantenere la pulizia della batteria dei muletti. È bene quindi controllare che i tappi siano chiusi e le connessioni asciutte e coperte dalle copriconnessioni. I poli inoltre possono essere protetti con vasellina pura o con grasso neutro.
In generale, è bene ricordare che una regolare pulizia mantiene la batteria dei carrelli elevatori ben isolata ed efficiente e ne allunga la durata.

Quanto scaricare le batterie trazione

Una volta completate queste operazioni sarà possibile utilizzare in piena tranquillità il carrello elevatore. Ma quando effettuare la ricarica successiva? Generalmente, si raccomanda di non scaricare le batterie dei muletti oltre l’80% della loro capacità nominale, in quanto una scarica eccessiva può danneggiarle irrimediabilmente.

Chiedi la verifica gratuita delle tue batterie trazione!

Per informazioni sulla verifica gratuita delle batterie dei carrelli elevatori e qualsiasi altra esigenza di assistenza è possibile contattare Vilogic scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.